Possedeva anche un teser. Lo aveva addosso quando i militari della Guardia di Finanza di Catania lo hanno prelevato per rinchiuderlo nel carcere di Piazza Lanza. Perché un delinquente, del quale sono state fornite soltanto le iniziali e la data di nascita (S.A., 1976), continuava bellamente la sua attività criminale nonostante fosse agli arresti domiciliari per traffico e spaccio di sostanze stupefacenti.

Nell’abitazione, nel quartiere Picanello, i finanzieri, grazie all’intervento di un’unità cinofila, hanno trovato 2 kg di marijuana divisi in alcune, 2 bilancini di precisione, 5 cellulari e lo strumento per difesa personale detenuto illegalmente.

La droga sequestrata, destinato al mercato etneo, avrebbe fruttato circa 180 mila euro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here