Marco Biagianti è una garanzia, così come tutti i veterani del Catania. Il derby con il Siracusa, oltre a 3 punti fondamentali, ha dato a Sottil anche questa certezza. Il capitano sta dando il massimo ed è il migliore in campo, in pratica, in ogni partita. Francesco Lodi, nonostante l’errore dal dischetto, non sta facendo da meno. Non è un caso dunque se proprio la premiata ditta Lodi-Biagianti ha confezionato, a 3 minuti dalla fine del derby, un gol frutto di scaltrezza e genialità. Una questione di esperienza. L’esperienza che ha il Catania e che al Massimino è mancata ad un ottimo Siracusa, capace di giocare alla pari con i rossazzurri per 90 minuti.

Si perchè se dobbiamo analizzare con lucidità e obiettività la gara, il Siracusa qualcosa in più l’avrebbe meritata. Nel primo tempo le occasioni non sono mancate, da una parte e dall’altra: il Catania ha colpito una traversa con Calapai, il Siracusa ha impegnato Pisseri più di una volta. Nella ripresa, però, sono bastati 25 secondi a Marotta per portare in vantaggio i rossazzurri dopo il pregevole assist di Lodi.

Il Catania, però, se vuole vincere il campionato deve imparare a non distrarsi e a convincersi che basta un gol per imporsi sugli avversari. Alla prima occasione, infatti, il Siracusa ha trovato il pari con Emanuele Catania. A quel punto la squadra di Sottil ha avuto il merito di crederci, anche dopo l’errore dal dischetto di Lodi  che avrebbe potuto spezzare le gambe ai rossazzurri. Lo stesso Lodi insieme a Biagianti ha inventato il gol del 2 a 1 che ha permesso al Catania di conquistare 3 punti più che fondamentali per la rincorsa alle zone altissime della classifica.

foto calciocatania.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here