La coltre dell’omofobia sulla provincia ragusana. Dopo quanto denunciato da un 20enne di Vittoria, bullizzato perché omosessuale,

LEGGI ANCHE: “Dammi quel telefono frocio, che devo fare una telefonata”: 20enne vittima di un branco di minorenni

ieri sera la delegazione di Arcigay Ragusa presieduta da Igor Marco Garofalo, appena uscita da un incontro con i commissari straordinari del centro ibleo, subito dopo un caffè e due passi per Via Cavour è stata vittima di un’altra aggressione.

Lo rende noto lo stesso Garofalo che, in una nota, ricostruisce così l’accaduto: “Da 100 metri di distanza, un gruppo di bulli vedendoci iniziano a urlare Froci, i froci. Alla nostra indifferenza, alla decisione di non reagire e ripararci in un negozio di scarpe, il gruppo di teppisti si innervosisce e dal branco sentiamo dire A questi li dobbiamo fracassare pure“.

“Ma non facciamo in tempo a entrare – racconta Valentino Fiammetta, altro ragazzo coinvolto nell’aggressione – ci lanciano una bottiglia di birra da 66 cl piena, che colpisce al collo il nostro presidente”.

Sul posto sono arrivate una pattuglia della polizia e una dei carabinieri. Gli investigatori hanno identificato tutti. Le vittime dell’aggressione hanno denunciato l’accaduto al commissariato di Vittoria.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here