Riusciva a farsi consegnare, mediante pagamenti in contanti, bonifici bancari o ricariche postepay, cospicue somme di denaro di importo variabile dai 300 ai 2.000 euro senza poi organizzare i viaggi richiestigli.  La giovane donna Natalia Carianni, 35 anni, titolare di una agenzia di viaggi a Brolo, è accusata di truffa e appropriazione in danno di clienti che si rivolgevano a lei per l’organizzazione di viaggi e vacanze.

I carabinieri  hanno notificato un’ordinanza di applicazione di misura cautelare interdittiva dall’esercizio dell’attività d’impresa, emessa dal Gip di Patti Eugenio Aliquò. Le indagini  hanno permesso di ricostruire almeno quindici episodi di truffa ed uno di appropriazione indebita.  Lo scorso mese erano già state poste sotto sequestro cinque carte prepagate dell’indagata  sulle quali confluivano le somme di denaro versate dagli ignari clienti dell’agenzia

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here