Il Vulcano Stromboli continua ad eruttare, la preoccupazione aumenta per gli abitanti di Ginostra.

La frazione dell’isola omonima, che ospita 40 abitanti, raggiungibile solo dal mare sarebbe in condizione precarie. Apparirebbero insicure le condizioni in cui versa il porticciolo, unica via di collegamento in grado di garantire l’evacuazione dell’abitato.

I consiglieri comunali Annarita Gugliotta e Francesco Rizzo si sono fatti portavoce delle istanze dei residenti rivolgendosi al prefetto di Messina Carmela Librizi.

“Le recenti mareggiate – scrivono in una lettera i due consiglieri comunali – hanno ulteriormente danneggiato la struttura portuale. Inoltre vanno ripristinate le luci di segnalazione insistenti sul pontile di Ginostra, lato attracco aliscafi. Ad oggi, non è garantita l’ottimale operatività del pontile di attracco della piccola frazione, a causa sia delle luci fulminate che di ulteriori danni al grigliato del molo”.

“Appare inutile sottolineare – conclude la lettera – quanto sia fondamentale per gli abitanti di Ginostra potere usufruire di un porto con funzionalità ottimale anche in considerazione dell’avviso di pre-allerta emanato dalla Protezione civile per lo Stromboli, rappresentando il molo l’unica possibile via di fuga in caso di evacuazione”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here