Venti accessi in altrettante aziende nei settori edile, agricolo, commercio, ristorazione e case di riposo, esaminate 62 posizioni lavorative, di cui 34 sono risultate irregolari e 14 lavoratori in nero individuati.

È il bilancio dell’operazione di contrasto al lavoro nero dei carabinieri del Nucleo ispettorato del lavoro nei comuni di Melilli, Francofonte, Noto, Pachino, Portopalo di Capo Passero, Priolo Gargallo, Augusta, Lentini e Rosolini.

Nei confronti dei titolari di otto aziende è scattato il provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale per avere utilizzato “in nero” più del 20 per cento della forza lavoro.

Nei confronti di 5 datori di lavoro è scattata la denuncia per violazioni in materia di sicurezza sul lavoro. Le sanzioni amministrative ammontano a 55 mila euro e le ammende contestate a oltre 49 mila euro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here