Il primo elemento che salta all’occhio nel 9-7 imposto dalla Nuoto Catania, in casa, alla Rari Nantes Florentia, è la capacità di soffrire della squadra allenata da Peppe Dato. I rossazzurri regolano i fiorentini al termine di una sfida in cui sono stati in vantaggio una sola volta, quella decisiva, nel finale di partita. Prima del colpo di reni decisivo, infatti, gli etnei sono stati costretti ad un costante inseguimento, con gli ospiti mai riusciti a trovare lo strappo necessario per prendere il largo.

Si comincia con lo 0-2 maturato al settimo minuto del primo quarto, che sembrerebbe dover aggiudicare la frazione ai toscani. Invece, in meno di un minuto, la Nuoto Catania graffia per ben due volte con Cuccovillo (il migliore dei suoi), trovando la parità. Il copione si ripete anche nel secondo tempo: vantaggio fiorentino con Tomasic, pareggio di Torrisi, nuovo ruggito ospite e ulteriore risposta catanese con Kacar, per il 4-4 al “cambio vasca”. La Florentia si porta sul 6-7 ad un minuto dalla fine del terzo quarto. Ma è proprio nel momento clou della sfida che  i rossazzurri mostrano orgoglio e coraggio: Kacar pareggia quasi a fil di sirena (7-7), nell’ultimo quarto la Nuoto Catania sorpassa con Cuccovillo ed allunga con il ruggito finale di Giorgio Torrisi, che sigla il 9-7. I fiorentini incassano ma sembrano smarriti e logorati dalla costante capacità avversaria di annullare i diversi vantaggi accumulati. L’attacco ospite perde serenità, divenendo frenetico e per nulla lucido. Finisce con un successo per i catanesi che permette loro di allungare sul Bogliasco ultimo e di tenere inalterate le distanze dalle rivali che li precedono in classifica.

A fine gara è grande la soddisfazione del presidente della Nuoto Catania, Mario Torrisi: “Come avevo detto alla vigilia questa era una partita fondamentale per capire il proseguo del nostro campionato, il Bogliasco ha perso ed è 6 punti sotto, ma noi non dobbiamo assolutamente fermarci. Oggi avevo chiesto una prova di carattere e appartenenza e la squadra ha risposto bene, dobbiamo continuare così nelle ultime cinque partite che per noi sono cinque finali”.

Coach Dato elogia i suoi ragazzi: “Oggi con il 100% di ognuno dei ragazzi avremmo giocato alla pari dei nostri avversari, con il 101% avremmo vinto, e così è stato. Non era facile oggi, ma i ragazzi hanno gestito bene la gara soprattutto sotto l’aspetto mentale”.

Protagonista della sfida è stato Nicola Cuccovillo, autore di 3 reti: “Non potevamo più sbagliare soprattutto in casa, quindi ci siamo impegnati per fare risultato. Tra le cinque partite che mancano da qui alla fine credo che sia proibitiva solo quella con il Brescia, per il resto abbiamo quattro gare fondamentali per allungare ancora sul Bogliasco”.

NUOTO CATANIA: Risticevic; Lucas; Jankovic 1; Buzdovacic; Catania; Russo; Torrisi 2; Scebba; Kacar 2; Privitera 1; Presciutti; Cuccovillo 3; Castorina. Coach: Giuseppe Dato

RARI NANTES FLORENTIA: Cicali; Generini; Eskert 2; Coppoli; Turchini; Bini; Chemeri; Dani; Razzi 1; Tomasic 3; Astarita 1; Di Fulvio; Maurizi. Coach: Tofani

Spettatori 400 circa. Nessuno uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: Catania 1/5, Florentia 2/7 + 1 rigore.

Classifica: Pro Recco* e AN Brescia* 57; Sport Management 48; CN Posillipo* 34; CC Ortigia 32; RN Florentia e Lazio Nuoto 28; Roma Nuoto e Genova Quinto 25; RN Savona 22; Pallanuoto Trieste 21; CC Napoli* 20; Nuoto Catania 16; Bogliasco 10.

*Una gara da recuperare

 

Foto da: Nuoto Catania

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here