Gli operai entrano dentro coi mattoni, coi sacchi di cemento, con gli attrezzi da lavoro e scoppia la bagarre. Qualcuno cerca pure il contatto, provoca, ma ci sono gli uomini della Digos ed i vigilantes privati a tenere tutto sotto controllo.

E’ successo stamattina, a Catania, nella zona della pescheria, dove si trova l’immobile che anni fa ha ospitato l’Hard Rock Café e che, dal fallimento dell’unica sede del Sud Italia avvenuto più di una decade fa, è stato lasciato in stato di abbandono fino all’anno scorso, quando un collettivo di giovani di estrema sinistra l’ha ribattezzato Colapesce e l’ha utilizzato per attività ricreative e scolastiche per i bambini del quartiere.

L’Unicredit, proprietaria dell’immobile, ha denunciato l’occupazione e chiesto lo sgombero dei locali per poterne rientrare in possesso. Così stamattina, protetti dalla polizia, gli operai hanno prima cambiato la porta di ingresso allo stabile e sigillato le altre entrate, eppoi si sono, letteralmente, barricati all’interno con un rappresentante del gruppo bancario per cominciare i lavori, visto che, a quanto pare, la struttura sarà affittata per una nuova attività di ristorazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here