Nella giornata di ieri, nell’ambito dei servizi di ordine e sicurezza pubblica disposti dal Questore, personale della Polizia di Stato, Reparto Prevenzione Crimine, Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia Locale, ha effettuato controlli volti a contrastare l’illegalità diffusa nel centro storico.

Nello specifico, nei pressi di Piazza Stesicoro, sono stati indagati in stato di libertà 6 gestori di attività commerciali per il reato di invasione illegale di terreni, vie pubbliche e simili previsto dagli articoli 633 e 639 bis del codice penale che punisce con la pena della reclusione fino a 2 anni o con la multa.

Sono stati accertati centinaia di metri quadri di piazze, strade e marciapiedi pubblici occupati abusivamente da venditori ambulanti, bar e chioschi a tal punto da rendere questi spazi non fruibili agli utenti, causando anche problemi per la sicurezza stradale.

Particolare il caso di un chiosco che ha occupato quasi un’intera piazza sistemandovi, oltre ad attrezzatura da lavoro e box in ferro ancorati sul manto stradale, 29 sedie, 15 tavoli, ombrelloni, frigoriferi e sin anche fioriere e cartelloni pubblicitari volti a riservarsi i parcheggi pubblici.

In un altro caso, il gestore di un ristorante, allo scopo di non fare parcheggiare gli utenti innanzi al proprio locale, ha occupato la zona delimitata dalle strisce blu riservata alla sostare ponendovi fioriere di grandi dimensioni.

Ancora, il titolare di un bar, oltre che per l’occupazione pubblica, è stato indagato in stato di libertà per il reato di frode in commercio e ciò per non aver informato la clientela in ordine ai numerosi prodotti surgelati usati facendo credere, in tal modo, che i prodotti in vendita fossero freschi.

In un’altra circostanza, il gestore di un bar, oltre all’occupazione abusiva, ha esposto un cartello sulla porta del bagno, invitando la clientela a non usare il bagno se non con la consumazione.

Inoltre, sono state controllate 36 persone, 15 veicoli, effettuati anche sequestri amministrativi di ciclomotori e 15 contestazioni e sanzioni per violazioni al codice della strada pari ad un importo di ero 6478 euro; tra queste molte per il mancato uso del casco protettivo e copertura assicurativa; contestate anche violazioni amministrative per occupazione suolo pubblico procedendo pertanto anche al sequestro amministrativo di numerosi oggetti.

 

Foto da: Salvo Puccio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here