Una delegazione di studenti e partecipanti al corteo che si svolto a Catania come in numerose altre città, promosso per sollecitare le istituzioni sull’emergenza climatica e ambientale, è stata ricevuta dal sindaco Salvo Pogliese a Palazzo degli Elefanti.

Un documento contenente articolate motivazioni e denunce sullo stato dell’ambiente nel pianeta con la richiesta al Comune di dichiarare lo stato di emergenza climatica e ambientale a tutela del diritto umano al clima e al futuro, è stato consegnato al primo cittadino.

Nel corso del colloquio, i giovani hanno anche sollecitato l’amministrazione comunale a predisporre un piano di misure per abbattere le emissioni nocive, potenziare il mezzo di trasporto pubblico e le pedonalizzazioni cittadine, incrementare le piste ciclabili e più in generale attuare politiche di protezione dell’ambiente anche mediante la costituzione di una consulta cittadina con esperti del settore.

Pogliese ha preso atto delle richieste dei giovani, con cui si è intrattenuto lungamente accettando di partecipare a una ripresa diretta della riunione e ha evidenziato come l’amministrazione comunale si stia già muovendo su queste linee guida di promozione della mobilità sostenibile, con scelte che gradualmente si stanno attuando, sia nel trasporto pubblico con nuovi bus e nuovi autisti che a breve verranno assunti e sia con un piano di zone da chiudere al traffico compatibilmente alle esigenze del contesto urbano e l’accelerazione delle procedure per realizzare le piste ciclabili coi fondi comunitari.

Il sindaco si è quindi ripromesso d approfondire i contenuti del documento “Fridays for future Catania” e di assecondare la richiesta di un ulteriore confronto nel merito delle importanti questioni sollevate.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here