L’Ekipe Orizzonte comincia il proprio campionato così come aveva finito quello passato: vincendo, divertendo e divertendosi.

Le rossazzurre battono 11-7 la Kally Milano nell’esordio stagionale in Serie A1 disputatosi ieri alla “Scuderi”.

Partenza in quarta delle etnee, che con Palmieri, Ioannou e Garibotti si portano sul 3-0, dopo i primi cinque minuti. Le milanesi, però, incassano i colpi senza perdere la testa e riequilibrano la sfida nel giro di un minuto, con la doppietta di Carrega che chiude il primo parziale sul 3-2.

Nel secondo tempo le catanesi accelerano ancora. Un rigore di Garibotti, dopo 11 secondi ed il centro di Claudia Marletta riportano le padrone di casa sul +3. Milano risponde con Gragnolati e l’ex Bianconi, inframezzate dal sesta rete catanese di Isabella Riccioli. Si va al “cambio vasca” sul 6-4.

Nel terzo quarto le ospiti mettono alle corde le campionesse d’Italia, che avevano trovato la settima rete con Giulia Viacava: Gragnolati e la seconda doppietta di Carrega pareggiano i conti per il 7 pari. E’ Claudia Marletta a riportare avanti le rossazzurre, a pochi secondi dalla penultima sirena, per l’8-7.

Gli ultimi otto minuti sono di marca catanese: Marletta, Aiello e Ioannou firmano l’allungo decisivo, che regala i primi tre punti stagionali all’Ekipe Orizzonte.

Nel post gara Martina Miceli analizza la sfida: “Sapevamo che sarebbe stata una partita molto tosta a maggior ragione perchè le avevamo incontrate una settimana fa, battendole solo di misura. Nella prima di campionato, arrivare al fischio d’inizio tra mille difficoltà è già una vittoria ed è un traguardo non indifferente. Per questo come sempre desidero ringraziare tutto lo staff e quanti hanno lavorato tanto perchè ciò potesse avvenire. Io ho cercato di tenere lontana la squadra da tutte queste difficoltà e le ragazze sono state brave. Non era affatto facile vincere, sicuramente gli errori e le cose da migliorare ci sono, però mi piace tanto lo spirito di questa squadra. Siamo andati avanti 3-0 e poi Milano si è riavvicinata, facendo lo stesso anche quando siamo state raggiunte sul 7-7. Lì sarebbe stato molto facile disunirci e invece sono state tutte davvero brave ed hanno continuato a fare gioco di squadra, anche se poi sono venute fuori le qualità individuali delle nostre giocatrici. Chiaramente c’è ancora tanto da migliorare e le ragazze ne sono consapevoli. Però analizzeremo gli errori che abbiamo fatto e siamo contente di poterlo fare”.

 

 

EKIPE ORIZZONTE-KALLY MILANO 11-7

Parziali: 3-2; 3-2; 2-3; 3-0

EKIPE ORIZZONTE: Gorlero, Ioannou 2, Garibotti 2, Viacava 1, Spampinato, Aiello 1, Palmieri 1, Marletta 3, Emmolo, Casabianca, Riccioli 1, Santapaola, Condorelli. All. Miceli

KALLY MILANO: Imperatrice, Apilongo, Crudele, Mandic, A. Repetto, L. Repetto, Carrega 4, Bianconi 1, Gragnolati 2, Vukocic, De Vincentiis, Tamborrino. All. Binchi

Arbitri: Ercoli e D’antoni

Note: Prima dell’inizio della partita osservato un minuto di silenzio in memoria del medico sociale storico dell’Orizzonte Brancati, mancato due settimane fa. Superiorità numeriche: Orizzonte 6/14 + 2 rigori di cui il primo realizzato da Garibotti nel secondo tempo e l’altro fallito da Garibotti nel quarto tempo (parato), Milano 6/12 + un rigore realizzato da Gragnolati nel terzo tempo. Spettatori 300 circa

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here