Nella sfida tra le big italiane della pallanuoto femminile spunta il braccio di una sedicenne, che risolve un match combattuto ed emozionante.

La gara tra Plebiscito Padova ed Ekipe Orizzonte va in archivio con un successo di misura delle etnee, che dimostrato di aver ricevuto da Martina Miceli soprattutto il carattere. Le rossazzurre passano 9-10 al termine di una sfida divenuta surreale, viste le tante espulsioni che ad un certo punto hanno costretto le siciliane a gettare in avanti il secondo portiere, Aurora Condorelli, grazie alla sedicenne Dorotea Spampinato, autrice della rete decisiva.

Il match segue i canoni dell’equilibrio già nella prima parte. L’Ekipe segna per prima, con Aiello, ma subisce pareggio e sorpasso delle patavine, nel primo tempo. Nella seconda frazione la gara entra nel vivo: Palmieri, Emmolo e Marletta ricavano il break, portando il conto sul 2-4. Teani para un rigore ad Arianna Garibotti,  ma prima della sirena di metà gara è Chiara Ranalli a pareggiare i conti per le venete, con una doppietta.

Nel terzo quarto accade di tutto. Le siciliane vincono la frazione con un altro 2-3, firmato da Emmolo, Aiello e Ioannou, ma perdono Garibotti, espulsa per proteste, oltre a Palmieri, Ioannou e Marletta, per limite falli. Padova, invece, sconta le uscite per lo stesso motivo di Millo e Ranalli. Si arriva all’ultimo parziale sul 6-7 per le catanesi, in grande difficoltà numerica. Martina Miceli dà fondo alla panchina. Padova pareggia con Gottardo, poi sale in cattedra Giulia Emmolo, che replica agli acuti di Queirolo e Centanni prima del jolly pescato da Dorotea Spampinato a poco più di un minuto dalla fine. E’ lei, prodotto della “cantera” Ekipe, a regalare all’Ekipe la sesta vittoria su sei gare ed il consolidamento del primato in classifica, a conferma di come la compagine catanese sia piena di risorse, spesso inattese.

Nel post partita Martina Miceli commenta così: “Faccio i complimenti a tutte le ragazze, per aver creduto fino alla fine nella vittoria, in una situazione surreale. Abbiamo dimostrato il carattere, adesso dobbiamo limare ancora qualcosina dal punto di vista del gioco. Per noi questa partita ha rappresentato anche un bell’allenamento sull’uomo in meno”.

Nel prossimo turno si profila un’altra battaglia per le siciliane, stavolta tra le mura amiche della “Scuderi”, contro la SIS Roma.

IL TABELLINO DEL MATCH:

CS PLEBISCITO PD-EKIPE ORIZZONTE 9-10

Parziali: 2-1; 2-3; 2-3; 3-3

CS PLEBISCITO PD: Teani, M . Savioli, I. Savioli, Gottardo 1, Queirolo 2, Casson, Millo, Dario, Cocchiere, Ranalli 2, Meggiato, Centanni 4, Giacon. All. Posterivo

EKIPE ORIZZONTE: Gorlero, Ioannou 1, Garibotti, Viacava, Aiello 2, Spampinato 1, Palmieri 1, Marletta 1, Emmolo 4, Riccioli, Santapaola, Condorelli. All. Miceli

Arbitri: Ercoli e Paoletti

Note: Uscita per limite di falli Palmieri (O) nel terzo tempo, Ioannou (O), Ranalli (P), Marletta (O) e Millo (P) nel quarto tempo. Superiorità: Plebiscito 4/17 e Orizzonte 6/13 + un rigore. Spettatori 500 circa. Orizzonte con 12 giocatrici a referto. Teani (P) para un rigore a Garibotti nel secondo tempo. Espulsa per proteste Garibotti (O) nel terzo tempo.

 

Classifica Serie A1\ 6° Giornata: Ekipe Orizzonte 18; SIS Roma e Plebiscito Padova 15; Kally Milano 12; CSS Verona e Rapallo 9; Bogliasco e RN Florentia 6; Vela Ancona e PN Trieste 0.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here