La marcia della Meta Catania si ferma a Pescara. I rossazzurri, dopo 7  risultati utili di fila, cedono 4-0 in casa dell’Acqua&Sapone perdendo contestualmente il primato, proprio in favore degli abruzzesi.

Gara in equilibrio solo un tempo. La Meta è vivace con Rossetti che coglie la traversa e Dalcin che timbra il palo. Lo 0-1 ospite non si concretizza ed allora ecco materializzarsi l’1-0 dei padroni di casa con Gui che colpisce al 19’, appena un minuto prima della pausa di metà gara. I catanesi vanno negli spogliatoi con un’ulteriore tegola dovuta all’espulsione di Ernani, che li lascia in inferiorità per somma di ammonizioni.

Al rientro in campo lo spartito del confronto cambia diametralmente. L’Acqua&Sapone prende il controllo delle operazioni e dilaga nei primi sette minuti: Nicolodi al 4’, Gui al 5’ e Murilo al 7’ indirizzano pesantemente la gara. I catanesi scontano anche una condizione fisica non ottimale, con Musumeci, Cesaroni e Salas non al 100%. I rossazzurri sono generosi nel finale, provando a dare l’assalto alla porta abruzzese, ma senza concretizzare.

I rossazzurri, che nel frattempo hanno ceduto Rubio al Futsal Cobà e  Sebastiano  Tornatore in prestito secco al Real Rieti, torneranno in campo sabato alle 18:00 , in casa del Came Dosson.

Classifica Serie A: Acqua&Sapone 26; Meta Catania e Real Rieti 25; Avellino 24; Italservice Pesaro, Came Dosson 23; Feldi Eboli 22; Mantova 20; Signor Prestito 17; Pescara 15; Latina 9; Genova, Padova e Lido di Ostia 8; Arzignano 6; Aniene 5.

 

Foto da: Sabrina Malerba / Meta Catania

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here