Il sindaco di Lipari, Marco Giorgianni, ha richiesto lo stato di calamità naturale dopo il disastro nel borgo di Acquacalda e nei porti di Ginostra e Vulcano.

I tecnici hanno già quantificato i danni dopo la violenta mareggiata dei giorni scorsi.

Occorreranno un milione e 510 mila euro: un milione e 200 mila euro per il lungomare di Acquacalda; 150 mila euro per Stromboli, 80 mila euro per Ginostra e 80 mila euro per Vulcano.

Da quantificare i danni riportati dai privati, negli alberghi e nelle attività commerciali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here