Cia, Confagricoltura, Consorzio Arancia Rossa Igp e Fruitimprese in una lettera inviata al Prefetto di Catania, Claudio Sammartino, esprimono forti preoccupazioni sulla situazione che si è venuta a creare a seguito dell’entrata in vigore della direttiva Ue che cambia le regole sull’Imo, (International Maritime Organization), per ridurre l’inquinamento marittimo.

Secondo le associazioni degli agricoltori i rincari pari al 20-25 per cento sul prezzo dei biglietti da e per le isole creeranno un’impennata dei costi di produzione che si ripercuoteranno sui prezzi finali dei prodotti.

“Il paventato blocco del trasporto merci- scrivono i rappresentanti delle organizzazioni – se si attuasse comporterebbe un rilevante danno economico all’intero settore agricolo”. Le quattro associazioni chiedono l’intervento del Prefetto di Catania per scongiurare il blocco dei trasporti marittimi che potrebbe causare ingenti danni soprattutto al comparto dell’ortofrutta e degli agrumi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here