Il 2-2 del “Sicula Trasporti Stadium” contro la Casertana lascia, a fine gara, aperto l’interrogativo se , per la Sicula Leonzio, trattasi di due punti persi o uno guadagnato.

Il primo punto di vista è legittimato dalla prestazione degli uomini di Vito Grieco, caratteriale, agonisticamente intensa. La seconda dalla constatazione che recuperare due reti di svantaggio non è da considerarsi fatto necessariamente scontato.

La sfida con i rossoblù campani non si era messa bene per Sosa e compagni, che nel primo tempo, dopo un atterramento in area di Scardina, al 2’ minuto, si trovano sotto grazie all’autorete di Bariti ed al rigore realizzato da Castaldo, prima del momentaneo 1-2 arrivato con una volee di Provenzano su angolo di Bucolo, il migliore dei suoi.

Nella ripresa continua l’assalto della Sicula per il pari. La Casertana viene graziata al 58’ con Lescano che incredibilmente fallisce un’occasione a porta aperta ed al 75’ quando Silva salva sulla linea su colpo di Provenzano. Il 2-2 arriva al 79’ dagli undici metri dopo un tocco di Caldore di braccio in area. Ad incaricarsi del rigore è proprio Lescano, che riscatta l’errore precedente. C’è spazio ancora per emozioni qualche minuto dopo, quando la Casertana  trova il 2-3, annullato per mani dell’ex Petta e l’espulsione di Grieco, dopo un acceso battibecco con il casertano Adamo. Finisce con un pareggio che rassicura sulla vitalità del gruppo guidato dal tecnico pugliese, che riceve meritati applausi dal pubblico di casa.

Nel post partita l’allenatore leontino spiega: Siamo soddisfatti, siamo stati in partita arrivando meritatamente al 2-2, dobbiamo essere contenti. Abbiamo approcciato bene la gara, secondo me all’inizio c’era un rigore netto su Scardina, poi dopo abbiamo fatto questo autogol e siamo stati ingenui sul rigore del momentaneo 0-2. Però, siamo stati in partita e c’era anche la voglia di andare a vincerla. Dobbiamo continuare così, la Casertana sapevo fosse una squadra in crisi di risultati, ma non di prestazioni: temevo questa partita. La mia espulsione è giusta, ho spinto Adamo dopo che ha detto qualche parola fuori posto che l’assistente non ha sentito e io ho reagito, sono cose di campo: lui comunque è stato maleducato. Sono arrivati tanti giocatori nuovi con la mente sgombra, mentre chi è rimasto ha azzerato tutto. Ora c’è ottimismo: anche sul 0-2 abbiamo lottato senza piangerci addosso, i ragazzi mi seguono e si è creato un bell’ambiente. Da domani penseremo alla gara con il Rieti: avremo la responsabilità di fare risultato”.

 

TABELLINO

LEONZIO : Adamonis; Ferrara (74′ Sabatino), Sosa, Bachini; Parisi (62′ Palermo), Bucolo, Provenzano, Bariti; Grillo (75′ Sicurella); Scardina (55′ Catania), Lescano. A disp.: Fasan, Governali, Tafa, Ferrini, Reale, Vitale, Terranova. All. Grieco.

CASERTANA : Crispino; Silva, Petta, Caldore; Longo (70′ Corado), D’Angelo, Tascone (62′ Laaribi), Santoro, Zito (26′ Zivkov-62′ Paparusso); Castaldo, Starita (69′ Adamo). A disp.: Cerofolini, Galluzzo, Ciriello, Clemente, Matese, Varesanovic, Origlia. All. Ginestra.

ARBITRO: Paterna di Teramo (Dell’Olio-De Chirico).

MARCATORI: 22′ aut. Bariti, 28′ Castaldo, 30′ Provenzano, 79′ rig. Lescano

NOTE: Ammoniti: Santoro, Tascone, Corado, Caldore, Petta (C), Palermo (SL)

CLASSIFICA SERIE C\ GIRONE C: Reggina 66; Bari 56; Monopoli 54; Potenza 52; Ternana 50; Catanzaro 42; Catania 41; Teramo 40; Vibonese e Viterbese 38; Virtus Francavilla, Avellino e Cavese 37; Paganese 34; Casertana 32; Picerno 29; Sicula Leonzio 23; Bisceglie 19; Rende 17; Rieti 12.

 

 

 

Foto da: Sicula Leonzio \ Cristian Costantino

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here