Dall’hotspot di Lampedusa alla nave quarantena Rhapsody. Dopo diverse difficoltà è iniziato il trasferimento di oltre 800 migranti che sopraffollavano la sede di prima accoglienza. A bordo saliranno 804 persone no-Covid e circa 20 positive al Coronavirus. A Lampedusa, invece, resteranno circa 500 migranti.

A permetterne l’imbarco sulla nave quarantena, che è in rada a causa di un forte vento che ne impedisce l’ingresso in porto, è un peschereccio utilizzato come ‘piattaforma’.

Dopo i tentativi di attracco della nave e ripetute prove con le motovedette, per un problema di differenza di altezza è stata esclusa la possibilità di procedere al trasferimento con i mezzi della Guardia costiera.

Grazie al contributo del sindaco Totò Martello e dei pescatori è stato individuato il peschereccio più alto della flotta di Lampedusa che ha notevolmente ridotto la differenza d’altezza con la “Rhapsody”.

Tra ieri sera, prima del tramonto, e stamattina all’alba sono state fatte più prove di affiancamento fra la nave quarantena, il peschereccio e le vedette della Guardia costiera. E’ così iniziato il trasbordo che impiega le motovedette da spola fra il porto e il peschereccio. Alla fine del trasferimento la Rhapsody, assegnata a Porto Empedocle, si trasferirà in rada nella città marinara dell’Agrigentino.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here