Comincia con una batosta la stagione sportiva della nuova proprietà del Catania: ai già numerosi problemi a cui far fronte se ne aggiungono altri che bisognerà scontare direttamente sul campo.

La Covisoc ha deferito ancora una volta il Catania: un provvedimento che fa riferimento alla gestione precedente l’insediamento della nuova società. Le motivazioni che hanno portato il Procuratore Federale a deferire l’ex amministratore unico Gianluca Astorina e la società a titolo di responsabilità diretta e propria, sono i mancati pagamenti degli emolumenti, da gennaio a maggio, ai tesserati rossazzurri, lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo entro il termine fissato del 15 luglio 2020.

Conseguenza di tale provvedimento, aggravato dal non aver documentato alla Covisoc l’avvenuto pagamento degli stipendi, sarà quasi certamente l’attribuzione di punti di penalizzazione, da un minino di 2 a un massimo di 8, da scontare nella stagione al via tra poco più di due settimane.

Nonostante gli sforzi societari e la rivoluzione tecnico-tattica messa in atto da Raffaele, il prossimo campionato, dunque, potrebbe essere già compromesso.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here