Riaprono le scuole e il ministero della salute ha regolamentato gli scenari più frequenti rispetto al verificarsi di casi e\o focolai da COVID-19 nelle scuole, delineando le conseguenti indicazioni sia per il contenimento dell’epidemia che per garantire la continuità in sicurezza delle attività didattiche ed educative.

Le indicazioni riguardano quattro scenari anche sulla base della valutazione del medico curante: il caso in cui un alunno presenti un aumento della temperatura corporea al di sopra di 37,5°C o sintomatologia compatibile con COVID-19, in ambito scolastico; il  caso in cui un alunno presenti un aumento della temperatura corporea al di sopra di 37,5°C o sintomatologia compatibile con COVID-19, presso il proprio domicilio; il caso in cui un operatore scolastico presenti  sintomatologia compatibile con COVID-19, in ambito scolastico e il caso in cui un operatore scolastico presenti sintomatologia compatibile con COVID-19, al proprio domicilio.

In presenza di sintomatologia sospetta, il pediatra di libera scelta o il medico di medicina generale richiede tempestivamente il test diagnostico e lo comunica al Dipartimento di Prevenzione o al servizio preposto sulla base dell’organizzazione regionale.

Il DdP, provvede all’esecuzione del test diagnostico. Se il test risulta positivo, si notifica il caso al DdP che avvia la ricerca dei contatti e indica le azioni di sanificazione straordinaria della struttura scolastica nella sua parte interessata. Per il rientro in comunità bisognerà attendere la guarigione secondo i criteri vigenti. Attualmente le indicazioni scientifiche prevedono l’effettuazione di due tamponi a distanza di 24 ore l’uno dall’altro con un contestuale doppio negativo, cui potrà conseguire la conclusione dell’isolamento e l’inserimento in comunità. L’alunno/operatore scolastico rientrerà a scuola con attestazione di avvenuta guarigione e nulla osta all’ingresso o rientro in comunità.

Se il test diagnostico è negativo il pediatra o il medico curante valuta il percorso clinico/diagnostico più appropriato  e comunque l’opportunità dell’ingresso a scuola con attestazione che l’alunno/operatore scolastico può rientrare scuola poiché è stato seguito il percorso diagnostico terapeutico e di prevenzione per COVID-19.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here