La Sicilia con l’11,5% è la regione italiana con la maggiore percentuale dei casi di coronavirus ospedalizzati, una cifra nettamente superiore alla media nazionale del 6,6%.

Castel di Lucio, un borgo di 1200 anime sui Nebrodi, vive un’emergenza sanitaria a causa di un focolaio che si sta cercando di controllare con grande difficoltà. Oltre cento persone in isolamento volontario e 15 positive al Covid. Gli ultimi tre casi sono stati accertati questa mattina. Il sindaco Pippo Nobile ha tenuto una riunione per assicurare il funzionamento dei servizi comunali con personale ridotto. Le scuole, subito chiuse, riapriranno lunedì 12 ottobre.

Mentre uno studente del quarto anno del liceo linguistico “Leonardo” di Agrigento è risultato positivo al coronavirus. Si tratta, per la provincia agrigentina, del primo caso che riguarda un istituto scolastico. La classe del giovane è stata, in via precauzionale, messa in isolamento domiciliare in attesa dei controlli da parte delle autorità sanitarie.

Alle 10 di oggi è stato sospeso il ricovero di pazienti all’ospedale Civico di Partinico, nel Palermitano, da dove sono stati trasferiti tutti i pazienti – e anche le attività ambulatoriali – a causa della decisione di trasformare gran parte dell’ospedale in struttura Covid per tutta la provincia di Palermo. I pazienti in ricovero ordinario di pediatria, ortopedia, traumatologia dovranno essere trasferiti alla clinica Igea di Partinico che continuerà ad accogliere i pazienti non covid che si recheranno al pronto soccorso dell’ospedale.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here