Due malviventi, intorno alle 09:45, travisati e non armati, con la scusa di fare degli acquisti, sono entrati nella gioielleria Orogemma di via Umberto dove, dopo una breve colluttazione, hanno bloccato il proprietario e un dipendente legando loro i polsi con delle fascette di plastica, poi velocemente hanno preso oro e denaro contante per un valore complessivo di circa 900 euro e sono fuggiti via.

Ma dopo un inseguimento uno dei due rapinatori è stato arrestato dai carabinieri del comandi provinciale. L’allarme lanciato al 112 ha consentito l’immediato intervento sul posto di una pattuglia del nucleo Radiomobile dei carabinieri del comando provinciale di Catania che è riuscita ad inseguire, bloccare ed ammanettare uno dei malviventi, un catanese di 22 anni, recuperando l’intera refurtiva.

Dopo il 22enne Emanuele Uccellatore di Mascalucia, bloccato poco dopo l’assalto, militari dell’Arma hanno catturato anche il suo presunto complice: Alessandro Del Pozzo, anche lui 22enne. I due erano stati arrestati insieme nel settembre del 2017 per spaccio di droga. Il primo è stato bloccato ed ammanettato da un militare in piazza Horacio Majorana. Durante le ricerche, grazie anche all’esame delle immagini estrapolate da sistemi di videosorveglianza ubicati, i carabinieri hanno identificato il presunto complice che è stato rintracciato nella sua abitazione di Mascalucia. Quest’ultimo è stato riconosciuto dal gioielliere vittima della rapina e, inoltre, indossava lo stesso modello di scarpe sportive che utilizzato durante l’assalto. I due, espletate le formalità di rito, sono stati condotti in carcere cosi come disposto dal magistrato di turno della Procura di Catania.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here