26 reti segnate, 9 subite (le ultime tre arrivate con il match abbondamente chiuso). Basterebbero questi numeri per fotografare il match tra Ekipe Orizzonte e Vela Nuoto Ancona in una “Scuderi” che ritrova una gara di campionato dopo oltre 8 mesi.

L’Ekipe Orizzonte arriva alla sfida senza Arianna Garibotti, recentemente positiva al Covid, Valeria Palmieri, infortunata dell’ultima ora ma presente in tribuna, e con una Isabella Riccioli presente per onor di firma, assenze che non condizionano le rossazzurre.

Il primo quarto è equilibrato grazie alla vitalità delle ospiti, che passano in vantaggio per prime, con Colletta  e poi ribattono colpo su colpo a Barzon, Ioannou e Aiello, prima di subire il 4-3 firmato Giulia Viacava che chiude la prima frazione. Il contatto tra le due formazioni regge fino ad inizio secondo quarto con Colletta che tiene sul “-1” le ospiti dopo la rete di Aiello e prima del forcing catanese che nel giro di due minuti produce la doppietta di Emmolo e la rete di Ioannou per il momentaneo 8-4. Risultato arrotondato nel finale di frazione dalla doppietta di Barzon e dal timbro di Ivanova per le marchigiane (10-5).

Dopo il cambio vasca l’Orizzonte innesta la marcia superiore: le catanesi si scatenano con un 7-1 parziale con la tripletta di Claudia Marletta, la doppietta di Barzon e le reti di Viacava e Spampinato. Il 17-6 che chiude il terzo quarto mette in ghiaccio il successo catanese.

Negi ultimi otto minuti le rossazzurre non accennano a decelerare. Nove gol, tra le quali spiccano le due reti firmate dalla giovanissima Marta Giuffrida, e le tre reti di una Vela Ancona più che dignitosa. Finisce 26-9 con le catanesi che collezionano il primo successo stagionale e attendono il risultato dell’altro scontro di giornata, relativamente al Girone B, tra SIS Roma e RN Florentia, con le toscane che il 21 novembre saranno il prossimo ostacolo sulla strada delle ragazze di Martina Miceli.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here