Somministrate all’Asp di Catania oltre 10.000 dosi di vaccino anti-Covid. Entro il 21 gennaio terminerà la prima fase di inoculazione di quello Pfizer-BioNTech.

“Abbiamo messo in campo una complessa macchina organizzativa secondo un ampio sistema di competenze che interessa tutte le fasi della campagna – spiega il manager dell’Asp di Catania, Maurizio Lanza – dalla fornitura alla farmacovigilanza. La vaccinazione è una grande opportunità e una conquista della scienza, con la quale si coronano decenni di ricerca. L’appello ai cittadini è, comunque, a non abbassare la guardia, ad essere prudenti e a rispettare le regole per prevenire il contagio e la diffusione del virus”. Già vaccinato la gran parte del personale ospedaliero e dei Distretti sanitari. “Voglio ancora una volta esprimere il grazie a tutto il personale che sta garantendo una così capillare attività – dice il direttore sanitario dell’Asp di Catania, Antonino Rapisarda – e completata questa fase, la campagna di vaccinazione proseguirà, per step, secondo le priorità individuate dalle disposizioni nazionali e regionali”. La vaccinazione è stata fatta anche ai medici di medicina generale e ai pediatri di libera scelta, al personale convenzionato, agli operatori e agli ospiti di Residenze sanitarie assistenziali (Rsa) e Comunità terapeutica assistita (Cta), agli operatori delle Case di cura e dei Centri di riabilitazione (Cdr). Coinvolti i sette ospedali aziendali, i Pta San Giorgio e San Luigi e, fino ad ora, 31 strutture socio-sanitarie della provincia servite da tre equipe mobili di vaccinazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here