La 16° è la “giornata delle rimonte”, almeno per quanto riguarda i giochi al vertice del Girone I di Serie D. Esiti ben diversi, però, per Acireale e ACR Messina.

ACIREALE – CILENTO 2-1 L’Acireale si sveglia dal lungo incubo delle ultime settimane e ritrova il successo necessario per riaccendere la speranza di una stagione da protagonista.

I granata allo stadio “Aci e Galatea” vincono in rimonta sul Cilento che era passato in vantaggio già al 12’, grazie al fallo da rigore di La Vardera su Capozzoli. A realizzare dal dischetto è il solito Maggio che firma l’1-0. Col passare dei minuti gli acesi, però, carburano e prendono il possesso delle operazioni. Tra il 34’ ed il 43’ per un soffio gli uomini di Pagana non riescono a capitalizzare due uscite maldestre del cilentano Grieco. Ma i padroni di casa, trascinati da capitan Savanarola, appaiono vivi.

Nella ripresa arriva l’Acireale rischia di subire il raddoppio quando Bozzaotre intercetta una palla vagante ed esplode un destro che si stampa sulla traversa. Un minuto dopo arriva il pari dei granata grazie al fallo di Citro su Pozzebon, alla prima in maglia granata. Dal dischetto Rizzo è impeccabile e ristabilisce la parità. La rimonta acese si completa al 74’, quando Savanarola riesce a catturare una palla male allontanata dagli ospiti e realizza il sorpasso festeggiato con un abbraccio corale a mister Pagana. Nel finale i cilentani tentano il forcing per trovare il pareggio, rendendosi pericolosi un paio di volte ma restando anche in doppia inferiorità numerica per due infortuni giunti a cambi esauriti. Finisce 2-1 e l’Acireale torna a respirare.

MARINA DI RAGUSA – ACR MESSINA 3-3 Secondo pareggio consecutivo per l’ACR Messina, che viene fermato dal Marina di Ragusa, divenuto ormai specialista di rimonte esaltanti. Gli iblei vanno sotto già al 6’ con Arcidiacono che sfrutta uno scambio con Foggia e colpisce. Al 17’ i biancoscudati sono già sul 2-0, grazie al cross di Giofrè che premia l’inserimento di Sabatino per lo 0-2. I ragusani, però, sono vivi e lo dimostra il rigore procurato da La Vardera e trasformato da Mannoni al 37’. Lo scarto minimo, tra le due formazioni, dura appena tre minuti, perché al 40’ Cristiani lancia Arcidiacono che si accentra in area e sigla la terza rete messinese.

Il Marina di Ragusa, però, non muore mai e nel secondo tempo raddrizza il match con la punizione dalla distanza di Mannoni che, complice un’errata valutazione di Lai, si insacca al 61’. La rimonta dei padroni di casa si concretizza al 92’ quando il bolide di Agudiak scardina la difesa messinese sancendo il 3-3 definitivo.

FC MESSINA – PATERNO’ 1-0 Il Paternò esce a testa alta dal match con il FC Messina, ancora orfano di mister Rigoli. Gli etnei colgono la traversa al quarto d’ora con il tiro di Scapellato. Alla mezz’ora i giallorossi sfiorano il vantaggio con Agnelli che per poco non sorprende Cavalli dai 30 metri. La partita svolta nella ripresa, al 66’, quando i padroni di casa vanno in vantaggio con Carbonaro che calcia a giro per lo 0-1. Il Paternò non si scoraggia e tenta di riagguantare il pari: al 77’ La Piana suggerisce per Savasta  il cui tentativo viene disinnescato da Marone. Finisce con un successo che avvicina i messinesi alla vetta.

S.AGATA – LICATA 0-1  Preziosa vittoria esterna per il Licata che espugna il “Fresina” di Sant’Agata di Militello con una rete di Indelicato all’85’ che insacca su cross di Civilleri. Meglio i licatesi, nel corso della gara, con occasioni non sfruttate proprio con Civilleri e lo stesso Cannavò che coglie una traversa al 75’.

 BIANCAVILLA – RENDE 2-1  Torna a vincere il BIancavilla che, al “Raiti” piega un Rende rinvigorito dal mercato di riparazione.  Il vantaggio dei padroni di casa arriva al 42’ con Khoris che colpisce di testa sugli sviluppi di un piazzato di Maimone. Nella ripresa i calabresi pareggiano al 77’ con Novello che sfrutta una sbavatura difensiva degli etnei. Il Biancavilla ha il merito di non deprimersi e provarci con continuità. La perseveranza dei giallazzurri viene premiata negli istanti finali con la zampata di Viglianisi da dentro area che sigla il 2-1 che trascina i suoi nuovamente fuori dalla zona play out.

Chiude il quadro di giornata la sconfitta del Dattilo in casa della Gelbison per 2-1. Rinviate, invece, le sfide tra Rotonda e San Luca,  Castrovillari e Roccella, Cittanovese e Troina.

CLASSIFICA: ACR Messina 30; Acireale (2) 26; FC Messina (3) 25; Gelbison (2) 24; Licata 22; Cilento e San Luca (3) 21; Dattilo (3) 19; Paternò (2) e Biancavilla (3) 18; Castrovillari (4), Cittanovese (5) e Troina (2)16; Rotonda (5) 15; S.Agata 14; Rende 12; Marina di Ragusa (3) 11; Roccella (4) 10.

(n°) gare da recuperare

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here