Un punto che fa morale e che permette di continuare la scia di sei risultati utili consecutivi. Contro la Colormax Pescara, al “PalaRigopiano”, la Meta Catania soffre, lotta ma difende il risultato, grazie ad una eccellente fase difensiva e conquista un pareggio importante per muovere la classifica. Un gol per parte, e per tempo, decide e fissa il risultato sull’ 1-1.

I rossazzurri di coach Samperi guidano con intensità e pressing alto l’inizio del match ed è proprio alla prima vera occasione, al minuto sei, che aprono le marcature con la rete di Quintairos, alla sua quarta stagionale. La risposta dei padroni di casa arriva in termini di possesso palla e, complice l’infortunio del capitano catanese Musumeci riesce più volte a farsi vedere dalle parti di un attento Dovara che con i piedi e come può evita più volte il gol del pareggio.

Nella ripresa i ritmi si abbassano, la Meta Catania trascinata da Quintairos, Josiko e Suton prova a fare male ma senza incidere, Dovara dal canto suo per ben due volte in un minuto salva la porta e toglie dai piedi di Eric il gol del pari. Poco dopo Baisel cerca il gol del vantaggio ma ad andarci davvero vicino al 15esimo e Josiko che ruba palla e calcia di potenza colpendo clamorosamente la traversa. E’ a questo punto che vale la regola del “gol sbagliato, gol subito”.  Un minuto dopo, infatti, un potente tiro di Dudù favorisce il tap-in vincente di Coco che non sbaglia e regala la gioia del pareggio a Pescara. Nei minuti finali l’assalto è dei padroni di casa a cui però a dire di no è ancora il numero uno rossazzurro, l’ultimo sussulto etneo lo firma Venancio. Finisce in parità e la Meta Catania, nel girone di ritorno, resta ancora imbattuta.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here