La Regione Siciliana non ha ancora presentato il rendiconto generale del 2019. La mancanza del documento finanziario peserà sulla formulazione del bilancio di previsione perché non potranno essere utilizzati elementi certi.

Il caso è segnalato in un passaggio della relazione svolta, all’inaugurazione dell’anno giudiziario della Corte dei Conti, dalla presidente facente funzioni della sezione di controllo Anna Luisa Carra.

La sezione ha dichiarato “non regolari” alcune partite di spesa e di entrata e residui attivi per 319 milioni e 492 mila euro, gran parte dei quali riguarderebbe la formazione.

La sezione di controllo ha quindi dichiarato l’inattendibilità dei residui attivi campionati per circa 2 miliardi e 519 milioni.

Quando le sezioni unite della Corte hanno avviato un contraddittorio tra la Regione e il pubblico ministero, la giunta regionale ha deciso di ritirare il rendiconto che non ha ancora riproposto.

“Si è così creata una situazione anomala”, ha detto la presidente Carra che ha sottolineato anche il ritardo della informatizzazione della Regione. “Ci sono difficoltà a gestire quei processi – ha aggiunto – e perciò si naviga tra una gran mole di documenti cartacei”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here