E’ il giorno dell’ultimo saluto a Stefano, a Stefano Paternò, il sottufficiale della Marina Militare, di stanza ad Augusta, nato 43 anni a Corleone e deceduto nella sua abitazione di Misterbianco a causa, anche se per ora è soltanto un angosciante sospetto, di un letale effetto collaterale del vaccino AstraZeneca che gli era stato somministrato. 

Oggi pomeriggio nella Cattedrale del Duomo di Catania si sono svolti i funerali celebrati da padre Alfio Lipera, parroco di Santa Bernadette di Lineri, frazione di Misterbianco. Una folla di parenti, con in testa la moglie Caterina Arena ed i due figli, amici e cittadini commossi dalla vicenda, hanno partecipato insieme con i vertici della Marina Militare regionale, di Augusta e di Catania.

Il feretro avvolto dal tricolore, il dolore composto di chi non si capacita della sua inaccettabile assenza e una maglietta che sintetizza quel che era e sarà Stefano Paternò per chi ha avuto la possibilità di apprezzarne l’umanità e la generosità:  un “Eroe sulla terra. Eroe nel mondo dei cieli”, così come si legge sulle magliette indossate da alcuni familiari.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here