I carabinieri di Giarre, coadiuvati dai colleghi di Camporotondo Etneo, hanno arrestato e rinchiuso nel carcere di Caltagirone il 47enne Roberto Samperi, di San Pietro Clarenza, altro centro in provincia di Catania.

Lo scorso 26 marzo, insieme con un complice al quale si sta dando la caccia, ha rapinato, pistola in pugno, un pensionato di 71 anni.

Il criminale, però, è stato tradito da videocamere di sorveglianza presenti nel luogo dell’agguato.

Il pensionato quel pomeriggio si trovava in via Vitaliano Brancati, a Giarre e, mentre era chinato intento a disporre alcuni oggetti all’interno del bagagliaio della sua auto, è stato bloccato da una Volkswagen Polo. Dall’auto guidata dal complice è sceso Samperi, incappucciato e armato.

Il rapinatore, dopo aver rovistato nelle tasche dei pantaloni del pensionato, frustrato dal magro bottino di 10 euro, ha afferrato per il collo la vittima, strappandole con forza due catenine d’oro. Il pensionato, però, ha cercato di reagire, mettendo in difficoltà il delinquente, subito spalleggiato dal complice, che ha aggredito con calci e schiaffi il pensionato. Il quale, però, non si è dato per vinto e subito dopo la fuga della coppia di balordi, ha chiesto il soccorso dei carabinieri, permettendo loro di risalire a Samperi, proprietario della Polo e corrisponde all’autore della rapina registrata dal sistema di videosorveglianza.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here