Continua il periodo difficile della Meta Catania che nel recupero della 16esima giornata giocata ieri perde 5-2 in esterna al PalaSele contro Feldi Eboli. Non basta agli uomini di Samperi partire subito forte. Il pressing alto e il vantaggio inziale, grazie al calcio di rigore trasformato da Venancio non serve a scongiurare la sconfitta, figlia del blackout rossazzurro arrivato nel finale del primo tempo. Nei primi sette minuti di gioco a cospetto di una Feldi Eboli timida, Rossetti, Musumeci e Messina si rendono pericolosi in più occasioni. Ma è Luisinho che mette a segno la rete del pareggio nonostante la parata di Dovara. A quattro minuti dalla fine del primo tempo, c’è tempo per il triplo vantaggio dei padroni di casa firmato dalla doppietta di Patias e da Grello per il parziale 4-1.

Ripresa senza storia con la quinta rete dei padroni di casa che arriva al minuto sette. Josiko risponde con un destro secco sotto l’incrocio, ma Dal Cin smanaccia fuori, a direo no alla sforbiciata volante di Fabinho è, invece, la traversa. Il secondo gol etneo arriva nel finale con Kuraja. Continua, duqnue, il momento no della Meta che nelle ultime 5 gare ha raccolto un solo punto. Vittoria per i rossazzurri che manca da oltre due mesi. Per rifarsi rimane l’ultima gara in programma contro Acqua&Sapone, al Palanitta.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here